SOSTITUZIONI CALDAIE E BONUS MOBILI

bonus mobili e caldaia 1

Con la circolare 3/E del 02/03/2016 dell’Agenzia delle Entrate, è stata chiarita la possibilità di usufruire del bonus mobili anche se si sostituisce la caldaia con la detrazione del 50%.
Infatti al punto 1.5 D. della stessa circolare, si riporta quanto segue:
“Le istruzioni ministeriali in merito alla possibilità di fruire della detrazione per l’arredo legate a lavori di ristrutturazione, specificano che “ulteriori interventi riconducibi alla manutenzione straordinaria sono quelli finalizzati al risparmio energetico volti all’utilizzo di fonti rinnovabili di energia e/o alla sostituzione di componenti essenziali degli impianti tecnologici.” In base a tale principio si ritiene che possano dare diritto all’agevolazione fiscale per l’acquisto dell’arredo, anche le sostituzioni delle caldaia per le quali si opta per la detrazione del 50%.
Inoltre con la circolare n. 29/E del 2013, par. 3.2, è stato precisato che gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. 16 bis del TUIR, ammessi alla detrazione del 36 % (oggi al 50%), costituiscono presupposto per l’accesso al c.d. “bonus mobili” qualora si configurino quanto meno come interventi di “manutenzione straordinaria” ove eseguiti su singole unità immobiliari abitative.
Pertanto se avete bisogno di sostituire una caldaia, sappiate che avete anche questa possibilità, ovvero sostituire mobili o elettrodomestici usufruendo del bonus sempre al 50%, sul sito delle agenzie delle Entrate potrete trovare la circolare completa.

Comments are closed.

Centro assistenza
autorizzato